Pubblicazioni

È possibile spiegare l’etica dell’utilizzo commerciale delle intelligenze artificiali a leader aziendali e startupper senza dover affrontare complesse elucubrazioni filosofiche o incomprensibili modelli statistico-matematici?

Ed è anche possibile avere un modello procedurale in grado di prendere in considerazione i tantissimi aspetti operativi (normativi, economici, sociali, ambientali, informatici) riconducendoli però a un unicum organico facilmente adattabile ai diversi contesti?

È quanto mi pongo come obiettivo nel libro nel proporre l’innovativo “Modello di Canvas per l’Etica delle Intelligenze Artificiali” (A.I. Ethics Model Canvas), finalizzato a portare a sintesi, con linguaggio manageriale e non specialistico, un approccio metodologico organico, in grado di guidare gli imprenditori e i founder di startup nel complesso percorso di valutazione dei rischi derivanti dalla nuova frontiera della rivoluzione digitale (AI Ethics Risk Management).

L’uso di WhatsApp e Facebook sul telefonino è un valore aggiunto per gli studi professionali e i professionisti (architetti, geometri, ingegneri, periti) poiché garantisce una riduzione dei costi e dei tempi necessari alla direzione lavori nei cantieri.

Scattare una foto dinamica di un componente strutturale danneggiato, come anche videoregistrare a 360° l’esecuzione corretta di una lavorazione, rende più efficace l’assolvimento degli obblighi di controllo previsti dal D.M. 49/2018 e protegge dai potenziali contenziosi con le imprese esecutrici. Con WhatsApp e Facebook, inoltre, è possibile creare – direttamente in cantiere e in presa diretta – un vero e proprio “libro dei lavori” su quanto effettivamente realizzato, come anche sulla diligenza nel portare a termine il proprio compito di vigilanza.

Il tutto senza alcun investimento iniziale (WhatsApp e Facebook sono gratuiti), nessuna necessità di formazione specialistica (sono già utilizzati quotidianamente) e con la garanzia di un concreto aumento della produttività (si riduce notevolmente la necessità di carta). WhatsApp e Facebook possono garantire sia strumenti immediati e pratici per il singolo professionista che il livello “industriale” per i grandi studi professionali (Facebook @Workplace), così da poter gestire in contemporanea molti cantieri in tutto il territorio nazionale (e internazionale), riducendo costi e tempi di controllo.

Articolo presentato al Convegno internazionale "Intelligenza Artificiale: prospettive educative e sociali", organizzato il 25 e 26 settembre 2020 dalla Pontificia Accademia Salesiana a Roma.

Nell’articolo viene presentato un Modello di Canvas Etico delle Intelligenze Artificiali per il governo delle Smart Polis, un approccio olistico alla Governance degli insediamenti urbani metropolitani, sempre di più affidata alle intelligenze artificiali a causa della complessità dimensionale delle infrastrutture, delle tecnologie e dei big data che vi sottintendono. Il Canvas Etico, composto da 10 Moduli tra di loro interrelati, porta a sintesi le discipline codificate della letteratura scientifica e le istanze etiche relative alle intelligenze artificiali, sia dal lato tecnico-normativo che filosofico-sociale. Il Canvas Etico è finalizzato a far confluire tutti gli attori (pubblici e privati) che utilizzano le intelligenze artificiali nei processi di gestione dell’ecosistema urbano in un’unica “tavola” di armonizzazione dei principi e del monitoraggio degli effetti, richiedendo interoperabilità dei sistemi ed esplicabilità dei processi, garantendo su tutto i principi fondamentali della “autonomia delle decisioni umane” e dell’”antropocentrismo per lo sviluppo sostenibile”.